1 - L'Europa 1993 e le nuove regole del gioco

2 - Le norme ISO serie 9000
3 - Il sistema qualità aziendale coerente con le UNI EN ISO 9000
4 -La certificazione dei sistemi qualità
Cosa sono le ISO 9000

 

 

La certificazione ISO 9000 del sistema qualità di un'azienda come passaporto per l'Europa

Premessa

Negli ultimi anni il mondo delle imprese sia manufatturiere che di servizio sia pubbliche che private è stato protagonista di una rivoluzione: quella della "QUALITA’" che ha profondamente influenzato sia le "Strategie d’impresa" sia le "Tecniche di Conduzione Manageriale"sia il "Ruolo delle persone" sia il giornaliero approccio alle attività che costituiscono i "Processi Aziendali".

Questa rivoluzione globale (a cui nessuna Nazione nè alcun tipo di impresa o consorzio o cooperativa pubblica, privata, manufatturiera o di servizi potrà sottrarsi) è caratterizzata da un primo passo fondamentale:

"Instaurare un Sistema Qualità Aziendale in grado di essere certificato da un Ente Accreditato di parte terza".

In questo articolo cerchiamo di capire cosa vuol dire un Sistema Qualità conforme alle Norme UNI EN ISO 9000 e come un’azienda deve muoversi.

1. L'Europa 1993 e le nuove regole del gioco

Con la soppressione delle barriere fisiche, tecniche e fiscali, dal 01/01/1993 l’Europa diviene uno

"SPAZIO SENZA FRONTIERE INTERNE"

ove è assicurata la libera circolazione di "Merci", "Servizi", "Persone", "Capitali", in un grande mercato unico di oltre 400 milioni di persone.

Uno dei primi obiettivi che la Comunità Europea si è data è proprio quello di:

GARANTIRE LA QUALITA’ DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI CIRCOLANTI ALL’INTERNO DEI MERCATI EUROPEI.

Il ragionamento da cui si è partiti per assicurare tale garanzia è stato:

- Tutti i prodotti e/o servizi di una Azienda o una cooperativa o un consorzio saranno fabbricati e/o erogati con una "Qualità Costante" solo se la stessa è:

ORGANIZZATA IN TUTTE LE SUE FASI E IN TUTTA LA SUA STRUTTURA PER GARANTIRE LA QUALITA’ VOLUTA DAL MERCATO/COMMITTENTE/UTENTE FINALE

Allo scopo di garantire quanto sopra, il CEN (Organismo mondiale di normazione) e L’ISO (organismo europeo di normazione) hanno redatto le "REGOLE ORGANIZZATIVE MINIMALI" a cui un’Azienda deve conformarsi per garantire in modo continuo e costante la Qualità dei propri prodotti e/o servizi; tali regole sono le famose Norme UNI EN ISO SERIE 9000.

2. Le norme ISO serie 9000

Tali Norme sono state redatte ed emesse per l’Europa dal CEN e poi recepite già dal 1989 dall’Ente di Normazione Italiano (UNI), che le ha tradotte e divulgate.

Inoltre nel 1994 tali Norme hanno avuto una ulteriore revisione dei contenuti e ad oggi il loro nome esatto è appunto:

UNI EN ISO SERIE 9000

Le Norme UNI EN ISO SERIE 9000 rappresentano una razionalizzazione dei molti approcci nazionali alla Qualità atta a unificarli in una comune proposta pianificata nei 3 possibili Sistemi Qualità in esse contenuti.

Ai fini della Qualità, una Organizzazione deve perseguire i seguenti 3 obiettivi:

A) Raggiungere e mantenere una Qualità del prodotto o servizio fornito tale da soddisfare con continuità le esigenze espresse od implicite del Committente (utente).

B) Assicurare alla propria Direzione che la Qualità prestabilita è raggiunta e mantenuta.

C) Assicurare al Committente (utente) che la Qualità prestabilita è, o sarà, raggiunta nel prodotto o nel servizio fornito.

Dal punto di vista numerico, le Norme UNI EN ISO SERIE 9000 sono essenzialmente 5:

Certificazioni Serie ISO9000

Praticamente:

- La UNI EN ISO 9000 è una guida per scegliere la Norma giusta (tra le 3 esistenti), su cui riferirsi.

- La UNI EN ISO 9004-1, è una guida molto completa per interpretare i contenuti delle 3 Norme Contrattuali 9001 - 9002 - 9003.

- Le UNI EN ISO 9001 - 9002 - 9003, sono le tre Norme Contrattuali, cioè quelle su cui si viene certificati.

La differenza tra queste 3 Norme Contrattuali sta nella completezza dei contenuti.

Infatti la UNI EN ISO 9001 è composta da 20 punti che vanno dalla progettazione del prodotto o servizio, all’assistenza dopo la vendita o l’erogazione del servizio.

La UNI EN ISO 9002 è composta da 19 punti che sono analoghi a quelli della 9001 escludendo la progettazione.

La UNI EN ISO 9003 è invece composta da soli 16 punti rispetto ai 20 della 9001 e ai 19 della 9002.

"UN’AZIENDA O UNA COOPERATIVA O UN CONSORZIO SI COLLOCA SU UNA DELLE 3 NORME A SECONDA DELLA PROPRIA STRUTTURA ORGANIZZATIVA E DI MERCATO".

Di seguito riepiloghiamo schematicamente quanto detto:

ISO 9000

SISTEMI - QUALITA’ REGOLE RIGUARDANTI LA CONDUZIONE AZIENDALE PER L’ASSICURAZIONE (O GARANZIA) DELLA QUALITA’. CRITERI DI SCELTA ED UTILIZZAZIONE

ISO 9001

SISTEMI - QUALITA’ CRITERI PER L’ASSICURAZIONE (O GARANZIA) DELLA QUALITA’ NELLA PROGETTAZIONE, SVILUPPO, FABBRICAZIONE, INSTALLAZIONE ED ASSISTENZA

ISO 9002

SISTEMI QUALITA’ - CRITERI PER L’ASSICURAZIONE (O GARANZIA) DELLA QUALITA’ NELLA FABBRICAZIONE E NELL’INSTALLAZIONE

ISO 9003

SISTEMI QUALITA’ - CRITERI PER L’ASSICURAZIONE (O GARANZIA) DELLA QUALITA’ NEI CONTROLLI E COLLAUDI FINALI

ISO 9004

SISTEMI QUALITA’ - CRITERI RIGUARDANTI LA CONDUZIONE AZIENDALE PER LA QUALITA’ ED I SISTEMI QUALITA’ AZIENDALI

Di seguito riportiamo la matrice dei singoli punti delle varie 3 Normative:

 

Punto o sottopunto della UNI EN ISO 9004-1

 

Punto o sottopunto della corrispondente

 

Punto offerta T.Q.M.

Titolo

UNI EN ISO 9001

UNI EN ISO 9002

UNI EN ISO 9003

4

Responsabilità della Direzione

4.1 *

4.1

4.1

3.1

5

Principi del Sistema Qualità

4.2 *

4.2 *

4.2

3.2

5.4

Verifiche ispettive del Sistema Qualità (verifiche ispettive interne della qualità)

4.17 *

4.17

4.17

3.17

6

Aspetti economici - Considerazioni sui costi relativi alla qualità

--

--

--

3.21

7

Qualità a livello commerciale (riesame del contratto)

4.3 *

4.3 *

4.3

3.3

8

Qualità nella specificazione e nella progettazione (controllo della progettaz.)

4.4 *

4.4 N.A.

4.4 N.A.

3.4

9

Qualità nell'approvvigionamento (approvvigionamento)

4.6 *

4.6 *

4.6 N.A.

3.6

10

Qualità nella produzione (controllo del processo di produzione)

4.9 *

4.8 *

--

3.9

11

Controllo della produzione

4.9 *

4.9 *

4.9 N.A.

3.9

11.2

Controllo e rintracciabilità dei materiali (identificazione e rintracc. dei prodotti)

4.8 *

4.8 *

4.8 *

3.8

11.7

Controllo dello stato di verifica (stato delle prove, controlli e collaudi)

4.12 *

4.12 *

4.12

3.12

12

Verifica dei prodotti, prove, controlli e collaudi

4.10 *

4.10 *

4.10 *

3.10

13

Controllo delle apparecchiature di misura e di prova (apparecchiature di controllo, misura e collaudo)

4.11 *

4.11*

4.11 *

3.11

14

Non conformità (controlo dei prodotti non conformi)

4.13 *

4.13*

4.13

3.13

15

Azioni correttive e Preventive

4.14 *

4.14 *

4.14

3.14

16

Movimentazione e attività dopo produzione (movimentazione, immagazzinamento, imballaggio, conservazione, consegna)

4.15 *

4.15 *

4.15

3.15

16.2

Assistenza dopo vendita

4.19 *

4.19*

4.19 N.A.

3.19

17

Documentazione della qualità (controllo dei documenti e dei dati)

4.5 *

4.5

4.5

3.5

17.3

Controllo delle registrazioni della qualità

4.16 *

4.16 *

4.16

3.16

18

Personale (addestramento)

4.18 *

4.18

4.18

3.18

19

Sicurezza e responsabilità da prodotto

--

--

--

3.22

20

Utilizzazione dei metodi statistici (tecniche statistiche)

4.20 *

4.20 *

4.20

3.20

--

Prodotti forniti dal Cliente

4.7 *

4.7 *

4.7 *

3.7

--

Manuntezione preventiva

--

--

--

3.23

* Requisiti completi

Requisiti meno severi di quelli della UNI EN ISO 9001

Requisiti meno severi di quelli della UNI EN ISO 9002

-- Elementi assenti FONTE UNI EN ISO 9004-1

3. Il sistema qualità aziendale coerente con le UNI EN ISO 9000

Il Sistema Qualità è un codice di comportamento per tutta l’Azienda, la Cooperativa o il Consorzio da tutti conosciuto e utilizzato

E QUINDI

E’ UN’OCCASIONE IRRIPETIBILE PER

- Definire chi fa cosa, come, quando, perchè secondo le regole semplici ma documentate, a tutti i livelli della struttura

- Mettere ordine in modo semplice e pratico in tutta l’organizzazione aziendale

- Garantire la conformità qualitativa dei prodotti/servizi uscenti

IN MODO RAGIONEVOLMENTE COSTANTE

IN SINTESI

Passare da una cultura organizzativa verbale in mano a pochi ad una cultura organizzativa di regole documentate conosciuta da tutti.

Questo approccio, nato da un precedente standard inglese e sviluppatosi principalmente in Europa e da poco diffusosi anche negli USA e nel resto del mondo, si realizza promuovendo la costruzione e l’adozione nell’impresa di un

SISTEMA QUALITA’ CERTIFICABILE

da un Ente Accreditato esterno secondo i criteri e i dettami della Normativa ISO 9000 (1987).

Lo standard ISO 9000 definisce i requisiti di un Sistema Qualità volto alla prevenzione della non Qualità. Se il Sistema viene rigorosamente rispettato il prodotto o servizio fornito avrà la Qualità prevista.

Questo approccio è focalizzato sulla DOCUMENTAZIONE.

Lo standard ISO 9000 garantisce la Qualità del Sistema con cui opera l’Azienda, non ne misura l’efficienza nè va confuso con uno standard di Qualità di prodotto o di servizio. Questo standard è fatto di DOCUMENTI.

Tutti gli elementi che lo costituiscono devono infatti essere documentati coprendo tutti i requisiti necessari.

L’impresa che lo adotta deve effettivamente comportarsi (fare cioè quello che fa) secondo le modalità documentate.

Adeguatezza ed aderenza dei comportamenti aziendali sono oggetto di verifiche tramite ispezioni sia interne che da parte di valutatori esterni rispetto allo standard.

Lo schema della documentazione ISO 9000 in generale consiste di quattro livelli diversi tra loro collegati.

IL MANUALE - documenta politiche e obiettivi di Qualità dell’impresa.

LE PROCEDURE - coprono le attività interdipartimentali volte a controllare l’effettiva

aderenza ai requisiti della Qualità.

LE ISTRUZIONI - direttive operative dipartimentali a livello di singoli compiti previsti nel Sistema.

I DOCUMENTI DI REGISTRAZIONE - modulistica su cui si registra l’evidenza delle attività eseguite secondo quanto definito nei documenti sopracitati.

IL SISTEMA QUALITA’ COERENTE CON LE UNI EN ISO 9000

A GRANDI LINEE I

Architettura delle ISO 9000

PASSI NECESSARI PER LO SVILUPPO DI UN SISTEMA QUALITA’

1) Definire una politica aziendale per la Qualità;

2) Esaminare la sequenza delle attività principali previste nel ciclo produttivo aventi attinenza con la Qualità;

3) Strutturare il Sistema Qualità in Sottosistemi ai quali assegnare le attività principali permanenti;

4) Registrare le responsabilità assegnate in una matrice delle responsabilità per i vari livelli previsti e per tutte le funzioni aziendali;

5) Identificare le norme aziendali da inserire nel Manuale Qualità e le procedure da stilare per descrivere adeguatamente le attività previste;

6) Raccogliere questa normativa in un Manuale Qualità e nel Manuale delle Procedure del Sistema Qualità;

7) Mantenere il Sistema Qualità e quindi il Manuale Qualità aggiornato;

8) Stabilire alcune misure di efficienza del Sistema Qualità o indicatori di Qualità da valutare ed esaminare in base ai dati raccolti nelle varie vicende operative interne ed esterne;

9) Sorvegliare e monitorare in modo sistematico l’applicazione delle procedure in tutti i settori aziendali da parte di tutte le persone;

10) Operare secondo il "Miglioramento Continuo" di prodotti, processi, servizi e procedure.

4. La certificazione dei sistemi qualità

La certificazione di un Sistema Qualità è l’ultimo atto successivo alla realizzazione del Sistema Qualità.

La Certificazione ed il suo mantenimento nel tempo sono i primi obiettivi che raggiunge l’impresa che ha già un Sistema Qualità documentato e applicato e che permette testimoniare tramite un attestato esterno qualificato, che essa opera con un Sistema Qualità corrispondente allo standard (norma) internazionale ISO 9000.

Ovviamente questo conseguimento offre innegabili vantaggi, qualificando l’Azienda agli occhi del mercato ed abituandola a ricercare e ad eliminare le cause di non qualità, evidenziate nei suoi processi operativi dalla rigorosa applicazione delle procedure.

Le ISO 9000 costituiscono uno standard internazionale, che non mette in gioco specifiche peculiarità culturali nazionali.

Queste norme costituiscono un modello non specifico, una direttiva guida che permette a qualsiasi tipo di impresa di perseguire a suo modo e con le proprie tempistiche le vie per assicurare e migliorare la Qualità dei propri prodotti e/o servizi.

La certificazione, viene rilasciata dagli Enti di Certificazione ACCREDITATI.

Tali Enti devono possedere le seguenti caratteristiche:

1) IMPARZIALITA’

La Società di Certificazione non può operare attività di consulenza verso la società che deve certificare.

2) COMPETENZA

Deve sviluppare competenze settoriali, impossibile l’universalità (elettronica, servizi, alimentare, chimica, meccanica)

3) CONFORMITA’

La Società di Certificazione deve risultare conforme alla Normativa EN 45000 e conseguire l’accreditamento presso il SINCERT (Certificazione di Aziende) od il SINAL (Certificazione di Laboratori).

ITER PER LA CERTIFICAZIONE

1) Richiesta di Certificazione;

2) Richiesta documentazione da Ente Certificatore;

3) Valutazione della documentazione;

4) Visita preliminare;

5) Verifica Ispettiva iniziale;

6) Certificato di Conformità (validità 3 anni);

7) Concessione, pubblicazione ed utilizzo del marchio;

8) Copia controllata Manuale e specifiche ad Ente;

9) Verifiche Ispettive periodiche (ogni sei mesi);

10) Verifiche Ispettive non programmate;

11) Rinnovo del Certificato di Conformità.

La visita di Certificazione (punto 5), è molto rigorosa ed è sintetizzabile in 2 macro attività:

A) Verifica della coerenza della documentazione dell’Azienda (Manuale, procedure, ecc.), alle Norme ISO 9000.

B) Verifica della "reale applicazione" delle procedure che l’Azienda si è data da parte di tutte le persone.

5) CONCLUSIONI

Per un’Azienda o cooperativa o consorzio che voglia:

- Migliorare realmente la propria organizzazione in modo pratico ed operativo

- Migliorare i propri prodotti e/o servizi in ottica soddisfazione dell’utenza

- Migliorare i propri profitti

- Mantenere e implementare i propri mercati nazionali e soprattutto internazionali,

l’adozione di un Sistema Qualità e la sua successiva certificazione rappresenta lo STRUMENTO FONDAMENTALE.

"L’AZIENDA O LA COOPERATIVA O IL CONSORZIO DEL 2000 SARA’ L’AZIENDA DI QUALITA’"


 

Flat Net Web Design ©All rights reserved

Info: flatnet@yahoo.com